Regolamento dell'Amp di Capo Carbonara
Consulta la mappa con la suddivisione in zone dell'Amp di Capo Carbonara

REGOLE GENERALI

In tutta l’Area Marina Protetta non è consentito: La caccia, la cattura, la raccolta, il danneggiamento e, in genere, qualunque attività che possa costituire pericolo o turbamento delle specie animali e vegetali, ivi compresa l’immissione di specie estranee; L’alterazione con qualunque mezzo, diretta o indiretta, dell’ambiente geofisico e delle caratteristiche biochimiche dell’acqua, nonché la discarica di rifiuti solidi e liquidi e, in genere, l’immissione di qualsiasi sostanza che possa modificare, anche transitoriamente, le caratteristiche dell’ambiente marino; L’introduzione di armi, esplosivi e di qualsiasi mezzo distruttivo o di cattura, nonché di sostanze tossiche e inquinanti; Le attività che possano comunque arrecare danno, intralcio o turbativa alla realizzazione di programmi di studio e di ricerca scientifica da attuarsi nell’area.

 REGOLE SPECIFICHE PER SINGOLE ZONE

ZONA A - Riserva integrale - settore ovest dell'Isola di Serpentara: Oltre a quanto indicato dalle REGOLE GENERALI, non sono consentiti: l'asportazione, anche parziale, ed il danneggiamento delle formazioni geologiche e minerali; la navigazione, l'accesso e la sosta con navi e unità da diporto di qualsiasi genere e tipo; la balneazione, la pesca, sia professionale che sportiva, con qualunque mezzo esercitata, la pesca subacquea. É invece consentito: l'accesso al personale dell'ente gestore, per attività di servizio, e a quello scientifico, per lo svolgimento di ricerche debitamente autorizzate dall'ente gestore; le immersioni autorizzate dall'ente gestore a fini scientifici e la realizzazione di visite guidate subacquee, regolamentate dall'ente gestore medesimo, in aree limitate e secondo percorsi prefissati, tenendo comunque conto dell'esigenze di elevata tutela ambientale.

ZONA B - Riserva generale - settore est dell'Isola di Serpentara, Secca dei Berni, Isola dei Cavoli-Capo Carbonara, settore sud dell'Isola dei Cavoli: Oltre a quanto indicato dalle REGOLE GENERALI, non sono consentiti: l'ancoraggio libero; la libera navigazione a motore; l'ormeggio non regolamentato; la pesca subacquea. É invece consentito: la navigazione a natanti ed imbarcazioni a bassa velocità (non oltre 10 nodi), regolamentata dall'ente gestore; la pesca sia professionale che sportiva, previamente autorizzata dall'ente gestore dell'area marina protetta; la balneazione; l'ormeggio alle apposite strutture predisposte dall'ente gestore; le immersioni con apparecchi autorespiratori, previamente autorizzate dall'ente gestore.

ZONA C - Riserva parziale - restante tratto di mare nel perimetro dell'Area Marina Protetta: Oltre a quanto indicato dalle REGOLE GENERALI, non sono consentiti: l'ancoraggio libero; l'ormeggio non regolamentato; la pesca subacquea. É invece consentito: l'ancoraggio nei soli specchi acquei attrezzati allo scopo dall'ente gestore e opportunamente segnalati; la navigazione a natanti ed imbarcazioni; l'ormeggio, come regolamentato dall'ente gestore dell'area naturale marina protetta; la pesca professionale ai pescatori residenti nel comune di Villasimius, e a quelli non residenti ove debitamente autorizzati dall'ente gestore sulla base di apposita disciplina relativa agli attrezzi ed allo sforzo di pesca; le immersioni subacquee compatibili con la tutela delle specie viventi e la conservazione dei fondali ( fotografia, riprese, turismo subacqueo, ecc.).

Fonte: sito ufficiale della Amp di Capo Carbonara