Escursioni nell'Amp di Capo Carbonara
Regolamento a dell'Amp di Capo Carbonara

L’area marina protetta di Capo Carbonara interessa la costa della Sardegna sud-orientale da Capo Boi fino a Punta Porceddu a qualche km a nord di Punta Is Molentis e include oltre a Capo Carbonara, da cui prende evidentemente il nome, anche l'Isola dei Cavoli e quella di Serpentara con i suoi isolotti minori noti con il nome I Varaglioni. Venne Istituita con D.M. il 15 settembre 1998 e si caratterizza per includere anche il suggestivo stagno di Nottéri che, separato dal mare da una sottile lingua di sabbia, costituisce il regno dell'avifauna quale fenicotteri, gabbiani e starne. Le spiagge di Porto Giunco e Campu longu, sviluppandosi lungo i lati nord e sud del promontorio di Capo Carbonara, con le loro distese di granelli di sabbia composti da cristalli di quarzo, completano lo scenario rendendolo unico al mondo. Probabilmente consci della bellezza di questo scenario, spesso e volentieri branchi di delfini si fanno ammirare nelle acque dell'area marina protetta prima di immergersi, forse anche loro alla ricerca, nei pressi dell'Isola dei Cavoli, della statua della Madonna del Naufrago per renderle omaggio.